Filtro antiparticolato

Seleziona il tuo veicolo

Ricerca per targa

o

Ricerca per veicolo

  Specifica la tua scelta  

Il filtro antiparticolato: come funziona?

Nell’intento di ridurre al minimo le emissioni delle automobili, sono stati immessi sul mercato dei filtri chiamati “antiparticolato”, designati specialmente per le auto con motore diesel di nuova generazione. Questi filtri servono ad abbattere le emissioni di particolato di carbonio (PM10), una sostanza inquinante prodotta dal processo di combustione dei motori diesel. Il particolato è meglio noto con il nome di “polveri sottili”.

Il filtro antiparticolato funziona tramite l’azione di un additivo, l’ossido di cerio (detto anche cerina), che viene mescolato al gasolio durante la combustione. In questo modo, le particelle di particolato si agglomerano andando formando una fuliggine che, a causa della dimensione maggiore rispetto alle singole particelle, resta intrappolata dentro il filtro. Le particelle inquinanti restano dunque nel filtro anziché essere disperse nell’aria attraverso il tubo di scarico dell’auto, da dove uscirebbe altrimenti un denso fumo nero. I filtri attualmente in vendita riescono a bloccare anche il 95% del particolato, dando un notevole contributo allo sforzo di ridurre l’inquinamento atmosferico causato dalle automobili.

Quando sostituire il filtro antiparticolato?

Per limitare l’impatto della fuliggine sull’ambiente, il filtro non si limita a catturare e agglomerare le particelle di particolato, ma ha anche lo scopo di bruciarle. Si tratta di un processo chiamato rigenerazione, che serve per liberare il filtro dagli accumuli di agglomerati ed evitarne l’intasamento. D’altronde un filtro intasato può avere ripercussioni negative sul funzionamento del motore e creare danni anche seri. Tuttavia, come molti automobilisti neopatentati ignorano, per portare a termine correttamente una rigenerazione del filtro antiparticolato c’è bisogno che il motore arrivi ad alte temperature per diversi minuti. Se quest’operazione non viene eseguita bene c’è il rischio di ritrovarsi con il filtro intasato e di doverlo sostituire.

Se guidi soprattutto in città, però, la tua auto potrebbe faticare a raggiungere le temperature necessarie a bruciare gli accumuli di fuliggine nel filtro e questo potrebbe intasarsi più rapidamente. Di solito l’accensione di una spia sul cruscotto (la spia “service”) avverte l’automobilista della necessità di rigenerare il filtro: l’ideale a quel punto sarebbe di guidare in autostrada tra i 60 e i 90 km/h per circa mezz’ora. Ad ogni modo, portare l’auto in autostrada a velocità sostenuta almeno una volta a settimana, può aiutare a tenere il filtro pulito prima che si accumuli troppa fuliggine al suo interno.

Dove comprare il filtro antiparticolato

Grazie al nostro catalogo che comprende oltre 300.000 ricambi e accessori auto, noi di Mister-Auto ti garantiamo di trovare sempre il prodotto che stai cercando. E facendoti spendere il meno possibile: grazie ai nostri accordi commerciali con i principali costruttori di autoricambi, siamo in grado di abbassare i prezzi e farti risparmiare, offrendo sconti fino anche al 60%! Compra il tuo filtro antiparticolato sul nostro sito, la tua auto e il tuo portafoglio ti ringrazieranno!

Ricerca rapida de Filtro antiparticolato per tipo d’auto

TRUSTPILOT