Candela accensione

Seleziona il tuo veicolo

Ricerca per targa

o

Ricerca per veicolo

  Specifica la tua scelta  

Candela accensione: come funzionano?

Una delle componenti più importanti delle auto a benzina sono le candele di accensione, fondamentali per il corretto funzionamento del motore. Si tratta di un dispositivo elettrico avvitato nella testa di ogni cilindro, il cui scopo è quello di innescare la miscela aria/carburante. Per fare ciò, la candela genera una scintilla che avvia la combustione nella camera fresca. Questa scintilla viene fatta scoccare grazie all’azione dei due elettrodi della candela, che si affacciano direttamente nella camera di combustione. Ogni minuto vengono scoccate dalle 500 alle 3500 scintille, che possono raggiungere anche 30.000 Volt. È la bobina, collegata alla candela grazie al cavo candela, ad apportare la corrente necessaria ad avviare questa reazione. Una candela è solitamente costituita da nove parti: l’attacco o connettore; l’isolatore ceramico; le coste; la guarnizione anulare; le guarnizioni interne; il corpo metallico con filettatura; il resistore; l’elettrodo centrale e l’elettrodo di massa. Perché la candela possa lavorare in modo ottimale, la temperatura deve essere compresa tra i 450°C e gli 850°C: se la temperatura resta troppo a lungo più bassa di 450°C, la candela rischia di imbrattarsi, se invece supera costantemente gli 850° C l’isolatore si surriscalderà dando vita a pericolose preaccensioni.

Quando sostituire le candele di accensione?

Buona norma è attenersi alle istruzioni date dal libretto d’uso e manutenzione del costruttore dell’auto. In media, comunque, viene consigliato di sostituire le candele ogni 40.000-60.000 km. In effetti, col passare dei chilometri, le moltissime scintille erodono gli elettrodi: si parla infatti di erosione da scintilla, che è il problema più comune della candela. Quest’erosione fa aumentare la distanza tra l’elettrodo centrale e l’elettrodo di massa: più il gap tra i due elettrodi è ampio, più la scintilla prodotta sarà grande. Una grande scintilla, però, richiede più tensione, e le probabilità che non scocchi affatto si innalzano. Anche quando il gap tra gli elettrodi per qualche motivo si riduce e diventa troppo piccolo si possono avere problemi, perché in quel caso diventa più probabile che la scintilla non riesca a innescare totalmente la miscela.

Un’ispezione visiva potrà dirci se le nostre candele sono rovinate. Una candela normalmente funzionante presenta un color nocciola. Un problema possibile è la presenza di depositi sugli elettrodi: questo può essere dovuto da carburante di bassa qualità o da un forte consumo di olio. Se invece ci sono depositi di olio, il problema potrebbe essere un’eccessiva presenza di olio nella camera di combustione. Quando la temperatura d’esercizio è troppo alta c’è il rischio che si possano fondere gli elettrodi. Un altro guasto possibile è la rottura dell’isolatore, a causa di improvvisi shock termici. In tutti questi casi, dovrete cambiare le vostre candele. È importante non dimenticarsi che una sola candela difettosa può portare ad altri e più costosi problemi, come per esempio un convertitore catalitico danneggiato.

Dove comprare le candela accensione

Per acquistare le tue candela accensione, fidati di Mister-Auto. Il nostro sito, creato nel 2007, è diventato uno dei principali leader europei nel settore della vendita online di pezzi di ricambio e accessori auto. Il nostro catalogo mette a disposizione dei nostri clienti più di 300.000 prodotti a prezzi scontati fino anche al 60%! Grazie alle nostre opzioni di ricerca, devi solo indicare il modello della tua auto, e troveremo in pochi secondi il prodotto adatto alla tua macchina: facilissimo e veloce! Consegna rapida, tracciamento del pacco e diritto di recesso entro 15 giorni sono altri servizi straordinari che offriamo. Se stai cercando candela accensione online, corri sul sito di Mister-Auto, e stai sicuro che avremo la soluzione perfetta per te!

Il nostro Candela accensione in vendita per costruttore